La nuova Sanità col PNRR: digitale e dati sono i pilastri del futuro

La sesta Missione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) riguarda proprio l’ambito della sanità. Cosa prevede e qual è il ruolo del digitale in questo scenario. La visione di Vodafone Business

Ci sono 20,23 miliardi di euro. Per essere più precisi: 15,63 miliardi di euro da NGEU (Next Generation EU) e 4,6 miliardi dal Fondo Complementare.
Sono queste le dotazioni economiche destinate al settore della Sanità dal PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presentato lo scorso mese di aprile dal Governo a Bruxelles.
Un piano da 221 miliardi di euro, 191,5 dei quali legati a NGEU ripartiti tra sussidi veri e propri (sono 68,9 miliardi erogati a fondo perduto) e prestiti a basso tasso di interesse, cui si aggiungono poi 30,6 miliardi del Fondo Complementare, ovvero risorse definite con lo scostamento di bilancio votato il 27 aprile scorso. Tutte da utilizzare entro il 2026.
Il Paese ha dunque poco più di quattro anni di tempo per tradurre realtà un piano che il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha definito come “un’opportunità imperdibile di sviluppo, investimenti e riforme” e che rappresenta di fatto “l’occasione per riprendere un percorso di crescita economica sostenibile e duraturo rimuovendo gli ostacoli che hanno bloccato la crescita italiana negli ultimi decenni”.

Read more  La nuova Sanità col PNRR: digitale e dati sono i pilastri del futuro